Statuti

Pointer – Setter Ticino

Sottosezione linguistica del Setter & Pointer Club Svizzero Sezione della S C S

Art. l. Denominazione

Pointer – Setter Ticino / Sottosezione linguistica del SPCS.

Art. 2. Natura
Associazione ticinese degli amici dei cani da ferma inglesi, costituitasi originalmente il 15 febbraio 1978 in prima istanza ed il 2 giugno 1978 in seconda istanza.
In base alle decisioni assembleari del SPCS del 26.2.1982 e 27.2.1983 e su autorizzazione del suo comitato del 23 marzo 1983 essa assume carattere di sottosezione linguistica del SPCS.

Art. 3. Dipendenza
La sottosezione é regolata, oltre che dal presente, dagli statuti del Setter & Pointer Club Svizzero, in modo particolare dagli articoli 16, 17, 25 e da 32 a 39.

Art. 4. Sede
La sede é al domicilio del presidente.

Art. 5. Scopi
La sottosezione ha come scopi, oltre agli obiettivi statutari del SPCS, la diffusione della cinofilia venatoria in Ticino per quanto riguarda le razze di sua competenza, l’incremento delle partecipazioni ticinesi ad esposizioni e field trials.

Art. 6. Mezzi
– Collaborare strettamente con il Setter & Pointer Club Svizzero,
– Facilitare le relazioni fra i membri della sottosezione.
– Organizzare delle prove di lavoro, segnatamente dei concorsi di caccia pratica su selvaggina d’alta montagna,
– Sviluppare le conoscenze teorico-pratiche dei soci in merito agli standard morfologici e di lavoro del pointer e dei setters delle tre varietà, al loro addestramento ed alla loro presentazione in esposizioni e prove sul terreno.

Art. 7. Durata
Illimitata

Art. 8. Capitale sociale
E’ costituito dai versamenti della tassa sociale dei soci, dal ristorno della percentuale prevista dagli statuti del SPCS della quota annua pagata da ogni singolo membro della SSL al SPCS, dai proventi di concorsi, altre manifestazioni. lotterie, doni. ecc.
Esso é amministrato dal cassiere. E’ destinato a coprire le spese d’amministrazione, la gestione del campo d’addestramento-allenamento, gli scoperti risultanti da concorsi, altre manifestazioni od attività a favore dei soci, ecc.

Art. 9. Quota sociale
La tassa sociale annua ammonta a Fr. 20.–.
Il suo importo potrà essere modificato su decisione assembleare qualora il comitato, i revisori dei conti o membri ne facessero richiesta.
La quota sociale dev’essere pagata dall’ 1.1. a fine aprile di ogni anno.
I membri d’onore non pagano la tassa associativa.

Art. 10. Membri / Ammissioni
Il numero dei membri è illimitato. L’associazione comprende:
– membri attivi
– membri d’onore.

l) Membri attivi: soci del SPCS possono essere membri della sottosezione pagando la quota prevista all’art.9. Con il pagamento della stessa si dichiara automaticamente di accettare gli statuti della SSL.
In caso d’opposizione da parte di uno o più soci, il comitato decide alla maggioranza. Se quest’ultimo rinuncia ad un’ammissione, l’interessato verrà informato senza indicare il motivo della sua esclusione.
Questa decisione è senza appello.
La tassa sociale pagata verrà ribonificata.

2) Membri d’onore: vengono nominati dall’AG su proposta del Comitato. Sono membri che hanno reso importanti servizi alla società o alle razze di cani delle quali la sottosezione si occupa.
Essi non pagano la quota annua sottosezionale e partecipano all’AG con diritto di voto.

Art. 11. Diritti e obblighi dei soci
Ogni socio indistintamente beneficia dei vantaggi offerti dal Pointer-Setter Ticino. D’altro canto ha l’obbligo di collaborare per il raggiungimento dello scopo sociale.

Art. 12. Dimissioni
Ogni socio può ritirarsi dalla sottosezione per la fine di un esercizio sociale, comunicando le sue dimissioni per iscritto al presidente prima del 31 dicembre dell’anno in corso.
I soci che si dimettono dal SPCS perdono automaticamente la loro qualità di membro della SSL.

Art. 13. Radiazioni
I membri che per la loro condotta scorretta e l’inosservanza degli statuti tentano di danneggiare il buon esito e funzionamento della società o che non provvedono al pagamento della tassa sociale, possono essere esclusi da parte del Comitato. Il membro radiato può ricorrere alla prossima Assemblea Generale ordinaria che decide alla maggioranza dei 2/3 presenti. I soci radiati / esclusi dal SPCS sono automaticamente radiati dalla SSL.
Art. 14. Conseguenze delle dimissioni / radiazioni
I soci dimissionari o radiati perdono ogni diritto all’avere sociale, rimanendo tuttavia obbligati al pagamento delle quote sociali scadute.

Art. 15. Responsabilità
I soci, il SPCS, i suoi dirigenti ed il patrimonio del Club sono esonerati da qualsiasi responsabilità personale nei riguardi di terzi per gli impegni della società che sono garantiti unicamente dall’avere sociale della sottosezione.

Art. 16. Organi del Pointer-Setter Ticino
Sono:

  • a) l’ Assemblea Generale
  • b) il Comitato
  • c) i Revisori dei conti

Art. 17. Assemblea Generale
E’ l’organo supremo dell’associazione. Essa é validamente costituita indipendentemente dal numero dei soci presenti.

Art. 18. Convocazione dell’Assemblea Generale
L’ AG é convocata dal Comitato una volta all’anno. Assemblee generali straordinarie possono essere convocate se un quinto dei soci ne avrà fatto domanda o se il comitato o i revisori dei conti lo ritengano necessario.
La convocazione, contenente l’ordine del giorno e l’indicazione del luogo e orario sarà indirizzata ad ogni socio per iscritto o verrà pubblicata sulla rivista del SPCS.
Il voto per corrispondenza o per procura non é ammesso.

Art. 19. Votazioni
L’ AG prende le decisioni e fa le sue nomine alla maggioranza, indipendentemente dal numero dei votanti. Il voto viene espresso per alzata di mano o per scrutinio segreto se un socio ne fa domanda.

Art. 20. Compiti dell’Assemblea Generale
Sono i seguenti:
– nominare i membri di comitato e i revisori dei conti.
– nominare i membri d’onore su proposta del Comitato
– approvare o rettificare il verbale dell’AG precedente.
– fissare l’importo della tassa sociale annua,
– prendere conoscenza dei lavori della SSL,
– apprendere le soluzioni date dal comitato date a diverse questiòni,
– approvare la gestione del comitato,
– modificare lo statuto,
– decidere, se necessario, lo scioglimento e la liquidazione della SSL.

Art. 21. Organizzazione
L’ AG é presieduta dal presidente in carica o, in caso di sua assenza dal vice-presidente o da altro membro della sottosezione.
Il presidente designa gli scrutatori.

Art. 22. Modifica degli statuti
Ogni richiesta di modifica degli statuti dev’essere indirizzata al presidente entro il 31 dicembre dell’anno precedente l’assemblea.
Il comitato ne darà conoscenza all’AG con avviso motivato.
… di almeno 2/3 dei membri presenti.

Art. 23. Elezione del comitato
La società é diretta da un comitato di cinque membri, nominati per tre anni e rieleggibili.
L’ AG elegge il presidente ed in seguito gli altri membri del comitato.

Art. 24. Poteri del Comitato
Il comitato ha tutti i poteri che non sono riservati all’AG e ai revisori dei conti. Può delegare a uno o più membri o anche a terzi una parte dei suoi poteri. Esso rappresenta la sottosezione in tutte le circostanze, amministra i suoi averi, organizza e dirige le prove sul terreno e eventuali esposizioni, ne sceglie i giudici e prende le decisioni in tutti i casi non previsti dagli statuti sottosezionali e del SPCS o dalla legge (a norma CCS).

Art. 25 Firme
La società é garante verso terzi dalla firma collettiva del presidente o del vice-presidente e uno dei membri di comitato.
Per le operazioni correnti il comitato può conferire la firma individuale al segretario/cassiere.

Art. 26 Responsabilità
Sotto riserva delle disposizioni legali, i membri del Comitato non sono responsabili che dell’esecuzione dei loro mandati.

Art. 27. Riunioni
Il comitato si riunisce su convocazione del suo presidente allorquando le circostanze lo esigano. Le decisioni sono prese alla maggioranza dei lvoti dei membri presenti, in caso di parità, il voto del presidente è preponderante.

Art. 28. Rapporto
Il comitato presenta ogni anno all’AG un rapporto sull’attività svolti dalla sottosezione, sul suo avere, sul numero dei membri, ecc.
Medesimo rapporto dev’essere presentato all’AG del SPCS (art.21 SPCS)

Art. 29. Verbali
Le decisioni dell’AG e se del caso quelle del comitato verranno messe a verbale e firmate dal presidente e dal segretario.

Art. 30. Revisori dei conti
Nella sua seduta ordinaria, l’AG elegge i revisori dei conti e un supplente con l’incarico di sottoporre un rapporto sui conti presentati dal Comitato.

Art. 31. Avvisi e comunicazioni
Saranno dati ai soci per iscritto o tramite la rivista del SPCS.
Comunicazioni che concernono anche l’insieme della cinofilia venatoria ticinese possono essere trasmesse sulle due riviste delie federazioni venatorie ticinesi.

Art. 32. Scioglimento
Non può esser deciso che da una maggioranza dei 2/3 dei membri presenti. Se questo quorum non é raggiunto una seconda AG può essere convocata: essa deve aver luogo da quattro a otto settimane più tardi.
In questa seconda assemblea la maggioranza dei 4/5 dei membri presenti decide.
La liquidazione sarà fatta a norma dell’art.39 degli statuti SPCS, in base all’attivo risultante dopo il pagamento di tutti i debiti e spese varie.

Art. 33. Rinvio a disposizioni legali
Per tutti i casi non previsti dal presente statuto e quello del SPCS, la sottosezione é sottomessa agli statuti della SCS e alle leggi cantonali e federali.

I presenti statuti sono stati approvati:
– dall’Assemblea Generale della Sottosezione linguistica tenutasi il 18 marzo 1983 a Rivera.
– dal Comitato del Setter & Pointer Club Svizzero durante la sua seduta del 23 marzo 1983
– dal Comitato Centrale della S C S / S K G